Call for artists: Andrea Bonsignori

22

February
22 Febbraio 2020 7:00 pm - 10:00 pm

VIVO “CALL FOR ARTISTS” – Atto II
Dal 22 Febbraio al 15 Marzo:
Mostra fotografica di Andrea Bonsignori.

La mostra conterrà le opere della serie “SUPERFICI”.
Durante la serata di inaugurazione (22 Febbraio), Andrea si cimenterà in una sessione di live performance di “TEMP: Foto Temporanee”.

SUPERFICI
L’Arte resta addosso. Il contatto con l’Arte è contagioso: essa modifica i tuoi gusti e il tuo modo di essere. Nella fotografia di posa tradizionale, fotografo e modello sono separati da uno spazio vuoto, sacro: quella distanza che permette alla macchina di catturare il modello, che illude sulla oggettività della fotografia, che è tanto desiderata dal modello per mantenere l’espressione.
Raggiungere la superficie, vuol dire, parlare, conoscere il modello, condividere il processo artistico, e solo per ultimo, violare questo spazio e venire a contatto. Le immagini presenti in questa serie di dittici, sono catturate attraverso uno scanner manuale da documenti fatto scivolare su un pannello trasparente.Come fa la pialla del falegname, il movimento della scansione, unito alla pressione necessaria allo strumento, dà l’impressione di portare via qualcosa. La luce fa il resto.

TEMP
L’immortalità digitale è temporanea
Se la memoria storica recente passa dalla fotografia, una cosa è certa: le foto di questa serie non resteranno. Pur di origine digitale, esse non sono stampe ma originali, in quanto il file temporaneo di origine viene automaticamente distrutto una volta terminata la stampa. Essendo fotografie stampate su carta termica, sono fisicamente destinate a svanire.
Quanto può durare una foto rispetto a un manoscritto, un dipinto o una scultura? Come conserviamo la nostra memoria?
TEMP è una mostra live di foto temporanee: Una mostra viva che si riempie in tempo reale, una esposizione temporanea fatta da foto istantanee che non durano nel tempo. Siamo proprio certi di affidare i nostri ricordi ad un’insicura immortalità digitale?
esposizione e performance estemporanea – anno 2017
Si dice che ogni opera abbia una vita propria… questa volta però, avrà certamente una propria fine.
Prima di portare TEMP in esposizione ho voluto provare in prima persona il distacco: la prima foto svanita mi ha dato un senso di sgomento… sapevo di aver perduto una foto, ma non sapevo quale. Dopo altre foto perdute posso dire che è stata un’esperienza catartica che, spero di cuore, capiti anche a voi, partecipanti a questo progetto.
Ringrazio chi non ha voluto la foto perché non voleva scomparire o perché materialmente poco utile da possedere, chi l’ha accartocciata come uno scontrino, chi continua a guardarla nella trepidante attesa che scompaia, chi infine come mia figlia di 8 anni, ha insistito, piangendo, per rifotografare i propri ricordi.
La vostra foto nata grazie alla luce, proprio con la luce svanirà.
Sarà stato davvero tutto inutile?

ANDREA BONSIGNORI
Pontedera, 1974. Attratto dall’arte contemporanea, influenzato dalla fotografia.
Un mio amico mi ha definito “NON fotografo”, penso che funzioni bene per descrivere quello che faccio.


Vernissage di apertura mostra
Sabato 22 Febbraio
H19